193202-8_big

Le Jeep, da sempre, sono sinonimo di libertà e di guida in off-road, per andare alla scoperta di territori preclusi alle auto convenzionali. Così, dal 2012, i clienti e gli estimatori del brand a stelle e strisce, possono provare le potenzialità dei vari modelli e visitare le cantine più prestigiose, negli eventi denominati “Taste and Drive”.

Una formula vincente, che si avvale della collaborazione di Salotti del Gusto, per la selezione delle location, e che vede 1.000 persone l’anno immergersi nel mondo Jeep in 10 eventi uno più caratteristico dell’altro. Abbiamo preso parte ad un appuntamento nelle Crete Senesi, precisamente nell’azienda Pometti, nei pressi di Trequanda (SI), da dove siamo partiti per un’esplorazione della parte selvaggia del territorio a bordo di due auto d’eccezione: la Renegade Trailhawk e la Wrangler Rubicon Unlimited.

Si tratta del massimo delle rispettive gamme, per la precisione la prima Jeep realizzata in Italia, a Melfi e la Jeep per antonomasia, quella che ha proiettato il brand statunitense nella leggenda. A fianco a noi, gli istruttori della FIF, acronimo di Federazione Italiana Fuoristrada, che accompagnano anche i clienti e coloro che sono alla scoperta del marchio, per avere il massimo della sicurezza.

Non c’è tempo da perdere, ci vuole 1 ora e 30 minuti per salire, scendere dalle pendenze ed esplorare il paesaggio. Prendiamo posto nella Renegade Trailhawk, più alta di 3,5 cm rispetto alle sorelle convenzionali, con dei paraurti differenti per avere maggiori angoli d’attacco e d’uscita, ed un turbodiesel 2 litri pompato fino a 170 CV e 350 Nm di coppia per avere sempre il massimo della risposta quando si spinge sul pedale dell’acceleratore. Il cambio ha 9 marce, con la prima cortissima in modo da poter superare pendenze importanti e aiutare nelle discese come freno motore….

 

continua a leggere